Giovanni dal 1946 entra nel Ciclismo che conta

46
Giovanni dal 1946 entra nel Ciclismo che conta

Ma è nel 1951 che Nani ha il suo personale appuntamento con il destino: si corre il Giro d'Italia numero 34, la corsa Rosa verrà vinta da Fiorenzo Magni, la classifica degli scalatori la vince invece il grande Louis Bobet. Ultimo arriva Giovanni, ma in quegli anni, ultimo non è un'onta, anzi, ultimo significa indossare la MAGLIA NERA e per vincerla Giovanni ancora oggi racconta le incredibili strategie che si attuavano per chiuder la classifica: noti casi di ciclisti che si attardavano forando appositamente le proprie ruote o si nascondevano in Bar o Fienili con lo scopo di perdere tempo per poi sbucare ultimi dietro al gruppo e finire la tappa…questo era decisamente un altro Ciclismo. Arrivar ultimi era infatti un momento di celebrità, significava far il giro d'onore con i Vincitori al velodromo del Vigorelli e Giovanni il 10 Giugno 1951 è infatti portato in trionfo a Milano tra Magni e Bobet.

Quella Maglia lo etichetterà per sempre come "quello della Maglia Nera". Gino Bartali, suo grande amico gli fece una dedica ancora oggi visibile nel negozio di Treviso che diceva: "Maglia Nera nel Ciclismo…ma Maglia Rosa nella Vita".